In questo pomeriggio d’autunno succede che indosso finalmente le vesti di Madrina; di Zia Silvia. Abbraccio, bacio, tengo stretta forte a me la bambina che ho visto crescere. Decido di accompagnarla con la sua adorata mamma ad una festa paesana, che per me è motivo di scatenarmi dentro innumerevoli ricordi, lunghi 14 anni. Mi faccio guidare da lei in mezzo alla folla. A tratti mi distraggo dal telefono che ho sempre nell’altra mano. Ma mi sento sicura, in quei tratti è lei a proteggere me. La sua vitalità a volte esaurisce, ma sempre mi intenerisce! Ha un’energia potentissima ed oggi l’ho sentita tutta scorrere dal suo corpo verso il mio. I ricordi del passato piano piano svanivano nella mia mente. Lo squillo dei messaggi mi riportavano al presente. 

Il futuro ci appartiene e noi due assieme sapremmo coglierne tutto il bene.Immagine