Mi chiamo Silvia e faccio l’operatore,
e mio padre e mia madre mi volevano agricoltore,
ho sfidato il destino per la prima canzone,
ho lasciato gli amici, ho perduto l’amore.
E quando penso che sia finita,
è proprio allora che comincia la salita.

Che fantastica storia è la vita.

Mi chiamo Alice e mi sto cercando,
dopo mille corse mi sono fermata,
e mio padre e mia madre, una sola colpa,
lavorano tanto, e mi lasciano sola.
A volte penso che sia finita,
ma è proprio allora che comincia la salita.

Che fantastica storia è la vita.
Che fantastica storia è la vita.
E quando pensi che sia finita,
è proprio allora che comincia la salita.
Che fantastica storia è la vita.

Mi chiamano Cappuccetto Rosso e faccio quella che si è perduta, e dal Lupo Buono voglio cogliere le indicazioni,
mio Padre e mia Madre, su questa Storia,
qualcosa sanno, ma non gli lascio metter voce.
E quando penso che sia finita,
è proprio allora che comincia la salita.

Mi chiamo come preferisci, puoi rispecchiarti in me,
sono Una fra tante persone,
su questo scoglio di buona speranza,
scelgo la vita, l’unica salva.
E quando penso che sia finita,
è proprio adesso che comincia la salita.

Che fantastica storia è la vita.
Che fantastica storia è la vita.