Era una bella domenica di sole.

In modo inconsapevole mi toccavo durante un mio raccontarmi e un mio ascoltare chi avevo al mio fianco il palmo delle mani.

Lui, attento osservatore lo ha notato. Io anche me ne ero resa conto. 

Lui poi guardandomi dritta negli occhi con modi gentili e delicati mi ha preso le mani ed a toccato proprio quel punto preciso. Mi ha anche spiegato dolcemente il significato di quel mio involontario gesto che ora non riesco a ricordare, e non a causa della mia poca memoria.. la verità?

Ero così concentrata nel guardare la pupilla dei suoi occhi, nel guardare oltre lo sguardo, nell’osservare le sfumature della sua Anima che vedevo si, sue labbra muoversi, ma non sentivo pronunciare nessun suono. La melodia del suo guardarmi mi aveva stregata. 

 

Immagine