Un Amico come fratello

Penso a chi ho conosciuto tra i banchi di scuola.

Ci siamo voluti bene da subito, ed eravamo poco più che ragazzini.

Ci siamo poi sentiti vicini in altra occasioni anche a scuola finita da ragazzi che sentivano il peso dell’essere diventati grandi.

Lui, Amico come un fratello è entrato in tutte le mie case.

Lui, non ha saputo riconoscere subito il male che ho subito, non lo sapevo in certi momenti neanche io, proprio come un fratello era troppo dentro la mia Vita.

Lui lo adoro. Educato, dolce, gentile, premuroso, attento, intelligente, il cavaliere degli Amici.

A lui mi ritrovo spesso a pensare. Penso oggi al nostro viaggio vissuto questa primavera. Io che sento gli uccellini cantare ogni giorno come segno di rinascita. Viaggio che ci ha visti insieme in Inghilterra. Viaggio che mi ha vista timbrare alle sette e un minuto, smontante da un turno di notte per essere in aeroporto alle nove del mattino. Le mie energie assonnate, l’adrenalina di un nuovo volare con lui mi ha fatto, ricordo bene svegliare.

A Londra dentro una bufera di neve, dentro il vento tagliente del Tamigi, e lui che adora le Città di fiume, mi sono divertita, sentita serena, compresa.

Lui merita il mio Amore.

Lui merita la mia comprensione, attenzione, ascolto sincero che nasce dal mio Cuore.

Lui molto saprà ancora creare. E a lui l’ho detto, durante una sera da poco trascorsa in modo Speciale, che magari qualcosa di grande insieme possiamo professionalmente e non solo realizzare.