Sola. Sdraiata a letto. La stanza pulita con il pavimento in legno che sa di cera da poco passata. In silenzio, ho già parlato troppo; come amica ho avuto parole di conforto a chi mi ha chiesto aiuto, come sorella ho già dato ieri, come figlia oggi riposo. La donna ha voglia di urlare Amore, ma zitta ha deciso di stare.

Attendo di riaprire il Cuore Mangiando Pregando Amando nel sereno piacevole

DOLCE FAR NIENTE.