Disillusa credo ancora.

In una caldissima giornata di primavera ero nella Città del Vaticano, con l’Animo disilluso, il mio Cuore ferito consapevole che sarà molto difficile il suo venir questa volta nuovamente ricucito ero li con il mio Credo Buddista e Cristiano tra Pace interiore e l’Amore per tutte le creature, quando sdraiata a terra baciata dal sole mi sento leccare una mano e stupita mi ritrovo a coccolare un cagnolino e a parlare con chi lo portava a spasso. Un padre in viaggio con la figlia e la nipote, e lui, il cucciolo, un trovatello che è parte della loro famiglia da anni.

Un padre che mi racconta gran parte della sua vita e di come è orgoglioso di sua figlia.

Penso oggi a casa chiusa dentro le mura che profumano di libertà a quanti uomini ho incontrato nei miei viaggi, molti i padri.

Penso al più bel racconto di uno di essi, tanto atteso quanto inaspettato, ed è quello dell’albergatore di Loreto.. . . ancora mi emoziona l’immagine di quella sera davanti a lui, davanti alle sue parole che mi descrivevano nel dettaglio il Miracolo avvenuto nel grembo dell’amata moglie.

“Si, la Madonnina i Miracoli li fa davvero.”