Un occhio migliore.

Dio c’è e altre volte ve l’ho già detto.. … .. .

Sento forte, viva la sua presenza dentro me. Il mio mettermi con le gambe unite a braccia aperte raffigurando la croce è segno per me che la indosso, che la porto dentro, è il mettermi a sua disposizione. La mia fede va oltre la Religione, non mi ritengo una Cristiana, amo molti insegnamenti riportarti nel Vangelo, e la parola di Gesù è la parola sicuramente di un grande Maestro, mi riesce impossibile fermarmi ad un’unica visione, a uniche risposte, le Religioni sono tante e Dio è uno solo, prende tanti nomi ma non ha tanti volti. La mia fame di spiritualità degli ultimi anni ed il mio vivere moltissime esperienze sola mi ha aperto un canale speciale con la mia interiorità e tutto questo prende il nome di spiritualità.

Mi sento una testimone che c’è la si può fare a liberarsi del male e che la parola crisi sia motivo di possibilità di cambiamento. Racconto la mia storia personale a molte donne succubi della loro dipendenza affettiva e schiave di loro stessi atteggiamenti non riescono che a sentirsi spesso in crisi e non ce la fanno a cambiare.

Credo nel potere unico delle donne.

Credo che in questa Vita, in questo spazio tempo io con il mio fare dolce, tranquillo e spesso silenzioso possa portare un messaggio di Pace e Amore ai più bisognosi che han bisogno di vedere il mondo con un occhio migliore, il mio prende il nome di “terzo” e anche grazie a questo diario ho il desiderio di diffondere la luce che porto dentro.