Dal cuore. Andando oltre.

“Se vuoi progredire cerca ciò che è dentro, ciò che è eterno.” La vita spirituale non consiste nell’andare in chiesa, accendere ceri, confessarsi, dare qualche spicciolo ai poveri e mormorare qualche preghiera ripetuta a memoria. No, no, nooo!! la vera spiritualità è

qualità della vita a contatto con la vita celeste, con il divino,

pura, armoniosa.

Omraam Mikhael Aivanhov, ritiene Infatti che “spirituale” significa che lo spirito si manifesta, che la Divinità si manifesta.

Esiste una grande differenza tra la religione e la spiritualità. La RELIGIONE, lo dice il nome stesso, che deriva da “religere” o rilegare, stabilisce una serie di regole seguendo le quali ti avvicini a Dio.

La SPIRITUALITÀ è la caratteristica di un modo di vita in cui non servono più il codice penale e quello civile, perché l’individuo vive bene naturalmente, seguendo i dettami che gli giungono dalla scintilla divina presente nel suo cuore.