“Ognuno sente… tanto dolore
Quando si piega in sé
Non vede niente
Poi una luce passa le inferriate
La notte delle fate

Ogni donna ha un paio d’ali
Chiuse dentro sé
Pronta a certe ascese sconfinate
La notte delle fate


Nelle stanze sconosciute
un po’ di sentimento
Angoli di tenerezza
Dentro a una carezza quasi vera

Ognuno sente… poco calore
Quando si piega in sé
Ma lentamente
Un taglio di luce annuncia un’altra estate
La notte delle fate

Ogni donna ha un paio d’ali
Chiuse dentro sé
E sogna ancora vette inesplorate
La notte delle fate

Ognuno sente… tanto dolore
Quando si piega in sé
Ma lentamente
Un taglio di luce annuncia un’altra estate
La notte delle fate

Ogni donna ha un paio d’ali
Chiuse dentro sé
Pronta a certe ascese sconfinate

Ogni donna ha un paio d’ali
E sogna ancora vette inesplorate
La notte delle fate…”