images (1)

 Cast Away. La visione di questo film per me è stata particolarmente commovente per i molti significati che ho colto.

E’ un film del 2000 diretto da Robert Zemeckis, con protagonista Tom Hanks.

Io lo vedo per la prima volta 15 anni dopo la sua uscita nel grande schermo.

Il titolo Cast Away significa in inglese “naufrago”. Il modello della vicenda d’un uomo che si ritrova su un’isola deserta solo, senza nulla, e deve sopravvivere, ha oltre due secoli e mezzo: è Robinson Crusoe, romanzo d’avventure scritto nel 1719 da Daniel Defoe ispirandosi al caso di cronaca vera del marinaio inglese Selkirk abbandonato sull’isola Juan Fernandez.[ 

“Allora li una sensazione mi ha avvolto come una coperta calda, sapevo che in qualche modo dovevo restare vivo, in qualche modo dovevo continuare a respirare, anche se non c’era più motivo di speranza e la logica mi diceva che non avrei più rivisto questo posto. Così è quello che ho fatto, sono restato vivo, ho continuato a respirare; poi un giorno la logica si dimostrata sbagliata perché è arrivata.” Chuck

Quando si trovava sull’isola Chuck aveva conservato, senza mai aprirlo, uno dei pacchi che si trovava sull’aereo, portato a riva dal mare dopo la caduta del velivolo. Il pacco lo aveva incuriosito per le due ali dorate raffigurate sulla scatola che gli avevano poi dato l’idea per le vele della sua zattera usate come ali da aprire per volare oltre la barriera corallina. L’ha portato con sé anche sulla zattera ed ora si reca a riportarlo a chi l’aveva spedito per rispettare l’impegno della ditta, la FedEx per la quale era un devoto lavoratore e aveva trascurato la sua famiglia e la cura di se stesso che non aveva potuto consegnarlo. Così Chuck incontrerà quell’artista estemporanea, che con le sue opere alate gli aveva in un certo modo salvato quella vita che ora è pronto a ricominciare.

“E adesso so cosa devo fare, devo continuare a respirare…….perché domani il sole sorgerà e chissà la marea cosa può portare…” Chuck

castaway