2dtyv05

Ci sono notti e notti.

Ci sono notti in cui ululi alla luna. Altre ove ti inginocchi dinnanzi al Cielo e forse preghi, parli al tuo Io, al tuo Dio. Altre ove siedi nel silenzio che ti riempie e non hai bisogno di niente. Notti che dentro il tuo letto passano e basta, e altre che ovunque ti portano. Altre che tornano e non si fermano. Notti veloci quelle. Ci sono notti che fanno parlare le persone. Notti che fanno sentire i cuori che battono e quelle stesse persone non riesono a pronunciare una parola. Notti in cui scorrono immagini, pensieri, sguardi, Sogni, Amore.

E poi ci sono notti che guardi la luna e le sue facce, le nuvole che la addobbano e a tratti la coprono stimolando l’immaginazione e hai tanto bisogno di dire ciò che vedi, tanto quanto hai bisogno di tacere, di stare solo, e di non volere un fidanzato solo per dirlo a qualcun’altro.

Ci sono notti che non hai bisogno di farti pubblicità. Notti ove parti, prendi aerei, treni o dove rientri a casa

a piedi.

In altre ancora, componi il numero di un taxi e vedi le luci della strada scorrerti dentro. In tutte le Sante notti lei è presente. La luna. La luna c’è Sempre. Influenza la vita sulla Terra di molte specie viventi, regola i cicli. Agisce sulle maree, sulle menti. La Luna non possiede quella che si può definire un’atmosfera, la luna sa creare l’atmosfera.. il tempo di trasformarsi in antagonista e

lasciare lo spazio al Sole.