1528454_500078953443911_30732263_nQualche notte fa mi è stato detto “Ti ricordi, che tu ti stupivi del mio veloce prendere ed entrare in autostrada? E poi ti sei vista su quante strada hai viaggiato?”

Io, credo di esser rimasta in silenzio davanti a quel dire. Ho percorso in un’istante tutta una vita fa. Io, che non prendevo l’auto se non per tratti conosciuti, mi son trovava anche a percorre poi la strada dell’inconscio e tutto il suo pacchetto oscuro ed ignoto. Non solo entro ed esco dall’autostrada con svariati mezzi di trasporto. Entro ed esco dagli aeroporti con la stessa naturalezza che un tempo ragazzina mi portava a salire sull’autobus dalla fermata nel quartiere vicino a casa. Negli anni mi sono anche aggiudicata un TaxiPapi che mi accompagna nel mio vagabondare. Senza il quasi, mio padre mi vorrebbe seguire. Quasi non mi ricordavo più di quella Lei che sono stata. Timorosa nonostante la fiduciosa sicurezza che tutto sarebbe andato bene. “Quante strade ho percorso, siii!” le avrei voluto dire. “Che evoluzione, che trasformazione!”. “Grazie per avermelo ricordato”.

Non mi sono mai data della sciocca per ciò che ero, anche se non di certo quella voce, ma qualcuno me lo ha detto, io non ci ho mai creduto. Non sarei quella di oggi non fossi stata quella di un tempo. Sono la stessa persona, solo su un’altro gradino. Non più alto. Di un’altra scala. Entro e esco da aerei dai treni e dagli Animi delle persone che incontro. Entro ed esco in situazioni stravaganti. Bizzarre. Insolite. Divertenti. Sconvolgenti. Drammatiche. Entro e esco da quel qualche cosa mi che sta facendo percorrere la strada della mia solitudine con del potere nelle mani che mi conduce verso il desiderio di dar voce non solo ai miei pensieri. E con tutto questo entrare e uscire mi sono aggiudicata la possibilità di Altro scoprire. Mi sono aggiudicata amici buoni. Mi sono aggiudicata colleghi dai modi affettuosi. Mi sono aggiudicata le delusioni più grandi. Mi sono aggiudicata la Pace dei sensi. Mi sono aggiudicata il posto nel mio Paradiso. Mi sono aggiudicata grandi amori o che si volevano spacciare per tali. Mi sono aggiudicata più tetti sulla testa. Mi sono aggiudicata nuove prese di coscienza. Mi sono aggiudicata non figli, ma progetti da partorire. Per tutto il resto ci pensa una carta che striscia.